deficit intellettivo riconoscerlo e superarlo con le neuroscienze

Anche tu (come tutti) hai un deficit intellettivo. Scopri perché

Capita anche a te, a volte, di comportarti come un bambino senza rendertene conto. La colpa è del tuo deficit intellettivo e…

Lo sai che a volte ti comporti come un bambino di 5 anni?

Cosa succederebbe se ti sentissi dire da qualcuno una frase simile?

Probabilmente ti offenderesti. E forse faresti notare, piccato, al tuo interlocutore che tu sei una persona maura, con un lavoro e un sacco di responsabilità famigliari, personali e professionali. 

Ma se fosse vero?

 

Se, in fondo, ti rendessi conto che in certi aspetti della tua vita personale, lavorativa o sentimentali sei tremendamente immaturo, quasi come un bambino di 5 anni? 

Beh, non devi preoccuparti perché lo siamo tutti. E la colpa è del tuo deficit intellettivo.

Ce l’abbiamo tutti un deficit intellettivo. E in queste poche righe proverò a spiegarti brevemente cosa è e come affrontarlo…

Il deficit intellettivo si costruisce dai 3 anni, 4 anni quando alcune aree del nostro cervello restano immature mentre altre si sviluppano. Così, nonostante tu abbia 30, 40 o anche 50 anni, ci sono cose che non riesci a capire, situazioni che non sei in grado di affrontare e gestire come invece ci si potrebbe aspettare da una persona come te. E da una persona della tua età.

Ci sono addirittura delle situazioni in cui questo deficit intellettivo impedisce letteralmente qualsiasi forma di intervento esterno di miglioramento.

Possibile?

Sì, perché se tu non comprendi e accetti di non capire, non puoi risolvere e colmare questo deficit.

Il problema maggiore è proprio quello di pensare di non avere problemi.

Violenza, aggressività, attacchi di panico e perfino gastriti possono essere causate da un deficit intellettivo mai risolto.

Ma il primo passo per risolvere è proprio accettare di averlo.

Accettarlo anche serenamente perché, come ti ho già detto, tutti noi abbiamo dei deficit intellettivi.

Il punto è che alcuni di noi pensano di non averne mentre altri, la maggior parte, decide di convivere con i propri problemi, i propri malesseri e i propri disagi senza provare a risolverli.

Accettano supinamente questa condizione perché non sanno che possono uscirne solo ammettendo prima di tutto che un problema reale esiste. 

Intendiamoci, la colpa non è loro. Nella maggior parte dei casi non hanno le informazioni sufficienti per riuscire a compiere questo processo. E in altri è proprio il loro deficit intellettivo a fare da scudo, impedendo loro di superare stati di violenza e tutte le patologie psicosomatiche legate a questa condizione.

Le neuroscienze ti possono fornire le chiavi per affrontare questo tuo deficit intellettivo e superarlo, colmarlo una volta per tutte.

Qual è la prima cosa da fare?

Accetta che anche tu, come tutti noi, sei in parte immaturo. Il deficit si sconfigge partendo proprio da qui!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *